Perchè Yahoo ha acquistato Aviate?


Durante il CES che si sta svolgendo a Las Vegas, Yahoo, praticamente a sorpresa, ha annunciato l’acquisizione di Aviate, un launcher che ha destato parecchie simpatie nel mondo degli utenti Android. Ma quali sono le motivazioni alla base di questa acquisizione?

yahoo_aviate_news

Partiamo dal principio: Aviate è un launcher che promette di fornire informazioni utili all’utente in base all’orario, alla posizione e allo storico delle operazioni effettuate sul launcher stesso dall’utente. Il principio di funzionamento è quindi molto simile a quello di Google Now. Tutto ciò è condito da un’interfaccia grafica molto gradevole e facile da utilizzare.

Leggi anche: Aviate Launcher: le prime impressioni

L’intento di Yahoo con questa acquisizione appare dunque già più chiaro: l’azienda fondata da David Filo e Jerry Yang nel lontano 1994, ha scelto di rafforzare la sua presenza nel mondo Android per conquistare nuovi “occhi” dei consumatori per offrire i propri prodotti: tramite il launcher potrà esporre in “bella mostra” tutti i propri servizi che sono già disponibili sul Play Store, e magari aggiungerne di nuovi, in modo da cercare di “rifidelizzare” i clienti al vecchio motore di ricerca Yahoo!, così famoso nel passato, ma al giorno d’oggi caduto in completo disuso. Questa operazione dunque si colloca sul sentiero intrapreso con l’acquisizione di Tumblr nel maggio del 2013 per una cifra pari a ben 1.1 miliardi di dollari. La fornitura di questi servizi permetterà alla società californiana di espendere gli spazi pubblicitari da vendere sul mercato, andando di conseguenza ad aumentare i ricavi della società stessa.

yahoo_aviate_news

Secondo me però, la CEO di Yahoo, Marissa Mayer, ha optato per questa acquisizione anche per una seconda motivazione. Il principale competitor di Yahoo è sicuramente Google (i relativi business model infatti sono molto simili), il quale, però, dispone di una quantità praticamente infinita di query giornaliere che gli permettono di affinare sempre più i risultati di ricerca ed i servizi offerti. Sicuramente l’acquisizione di Aviate va considerata anche in questa ottica: tutti i dati che il launcher raccoglierà dagli utenti Android per personalizzare l’esperienza d’uso, rappresenteranno un ottimo database per Yahoo per provare a migliorare i suoi risultati di ricerca ed anche tutti i servizi connessi. Perchè si sa, maggiore è l’attenzione dei consumatori su un determinato prodotto, maggiore è l’attititune degli advertiser a pagare per gli spazi pubblicitari offerti dall’azienda stessa. E Google questo lo ha capito da tempo.

Che ne pensate, si tratta di una buona mossa da parte di Yahoo? Se volete provare Aviate launcher sul vostro terminale, provate ad inserire, una volta installata, l’app il codice YAHOO oppure seguite la procedura che si trova al termine di questo mio articolo.