Android Wear: caratteristiche principali e prime opinioni del sistema operativo per dispositivi indossabili


La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno: Google ha presentato Android Wear, la sua versione di Android adattata per i dispositivi c.d. indossabili (wearable), come ad esempio gli smartwatch. L’azienda di Mountain View e ha fatto il primo passo verso questo mercato in costante crescita, forse allertato dall’utilizzo di Tizen a bordo dei nuovi smartwatch presentati da Samsung.

android_wear_caratteristiche_opinioni

Android Wear: le caratteristiche principali

Google, attraverso il post sul blog ufficiale ha anche lanciato le prime indiscrezioni sulle future funzionalità di questo sistema operativo. Ovviamente in primo piano c’è Google now: quale migliore occasione di spingere ancora di più l’utilizzo dell’assistente tuttofare di BigG, al quale potremo fare sempre più domande e diventerà sempre più bravo a capire le nostre esigenze, come ad esempio darci le giuste indicazioni oppure scrivere per noi un sms ai nostri amici semplicemente pronunciando “ok google”. Oltre a tutto ciò, l’utente potrà rimanere sempre aggiornato sia sul lato social che sui servizi di messaggistica istantanea, il tutto senza tirare fuori il proprio smartphone dal taschino. Seguendo la scia del momento, inoltre, presenterà anche una serie di strumenti utili per rimanere in forma e controllare il proprio stato fisico.

Leggi anche: Telegram, WhatsApp e… Lo scherzetto di Google

Android Wear: le prime immagini su Motorola Moto 360

A questo punto sarete tutti curiosi di scoprire come apparirà la nuova versione del sistema operativo: le prime immagini provengono da uno smartwatch presentato quasi contemporaneamente, Motorola Moto 360, sintomo inoltre che la collaborazione tra le due aziende non si è conclusa dopo la cessione a Lenovo. Ecco le prime immagini presentazione: a mio avviso la vera innovazione è lo schermo tondo, che fornisce all’orologio la sua tipica eleganza, un po’ messa da parte con gli smartwatch dai display quadrati. Questo sicuramente aggiungerà nuova linfa al settore: sono molto curioso di scoprire quali sono i modelli che lanceranno i vari produttori da ogni parte del globo, tra cui spicca un possibile modello Google prodotto da LG.

 android_wear_moto_360

 android_wear_moto_360Leggi anche: Quale smartphone comprare a 200 euro? – Consigli per gli acquisti

Android wear: le mie opinioni

Google ancora una volta ha dimostrato di avere una capacità di anticipare i trend impressionante: la mossa di creare un sistema operativo ad hoc per i wearables testimonia il fatto che BigG non vuole farsi scappare l’occasione di essere il player principale anche in questo settore. Con la perfetta integrazione con Google now, infatti, Google avrà un maggior numero di “ricerche” anche provenienti dalla smartwatch, con l’aggiunta di un nuovo “schermo da vendere” per la pubblicità. Immaginate infatti di indossare il vostro smartwatch quando siete in vacanza: mentre guardate l’ora, Google vi suggerirà i migliori ristoranti in zona e le indicazioni per raggiungerli comodamente, magari offrendo anche la possibilità di prenotazione semplicemente con un comando vocale.

“Ok Google, un tavolo da sei grazie. “